Clint Eastwood sotto le Due Torri: il Biografilm tenta il colpaccio


BOLOGNA, 28 MAR. 2011 – Solo pochi mesi fa l’arrivo di Clint Eastwood sotto le Due Torri in occasione del Biografilm festival 2011 era solo un sogno. Oggi invece, presentando la settima edizione della rassegna, gli ogrganizzatori hanno fatto capire che l’ipotesi sta diventando più concreta, anche se l’attore e regista potrebbe non venire a giugno ma nei mesi successivi. "Siamo passati da un ‘se’ a un ‘quando’", ha spiegato sibillino Andrea Romeo, direttore artistico del festival che di recente ha incontrato lo staff di Eastwood, che sta girando il suo nuovo film sulla vita di Edgar Hoover, capo Fbi. L’anno scorso l’attore della "trilogia del dollaro" di Sergio Leone fu premiato (a distanza) dal Biografilm per un piccolo documentario realizzato insieme alla compagna Dina Ruiz. E la sua videointervista aprì la sesta edizione. Perciò in autunno l’associazione "Fanatic about festivals", che organizza la rassegna, lanciò la campagna "Lascia il segno! Investi nella cultura che ti piace", sperando in una sottoscrizione economica anche per portare il regista americano a Bologna (costo stimato della sua presenza circa 40 mila euro). "Lo staff di Eastwood mi ha detto che dovrebbe finire di girare a fine aprile – ha continuato Romeo – ma a novembre dovrebbe partire con una nuova produzione. L’intenzione di venire e la voglia ci sono, e noi ne siamo onorati. Sarebbe una grande occasione. Vedremo". Da ottobre, ha aggiunto il direttore artistico, la campagna "Lascia il segno!" è confluita nella battaglia più ampia a sostegno dei festival. Finora sono stati raccolti circa 7.000 euro, donati da americani appassionati del genere, imprese e attività commerciali del territorio (tra cui è stato citato l’hotel Portici di Bologna). "Spesso però chiedono l’anonimato. Ma io credo che contribuire a sostenere la cultura sia un gesto urgente e di civiltà".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet