Cisl: allarme disoccupazione


E’ una curva tutta in salita quella della disoccupazione a Bologna. E per l’autunno il sindacato di via Milazzo prevede un ulteriore scatto in su. Di anno in anno cresce inesorabilmente il tasso, di mese in mese calano i posti di lavoro, tanto che adesso siamo arrivati a una cifra incredibile: 92 mila disoccupati nell’area metropolitana bolognese, con un incremento del 7,85% negli ultimi tre mesi e del 14% negli ultimi 6. I giovani tra i 16 e i 34 anni rappresentano il 31,5% del totale, mentre chi ha perso il lavoro, quindi la fascia di età dai 45 ai 64 anni è pari al 38% dei disoccupati. E a pagare il prezzo più salato sono le figure specializzate, come i laureati: negli ultimi 3 mesi i disoccupati con una laurea sono infatti cresciuti del 20%, del 38% negli ultimi 6 mesi. Chi trova lavoro, poi, deve firmare contratti precari: meno del 10% delle nuove assunzioni è a tempo indeterminato. Da marzo la Cisl ha quindi ripreso l’attività dell’SOS Sportello lavoro: in 5 mesi si sono rivolte più di 500 persone e sono arrivati oltre 800 curricula, con file da mattina a sera, tanto che il sindacato ha deciso di prolungare gli orari e i giorni di apertura.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet