Cibo e innovazione, master di secondo livello


Un Master internazionale di secondo livello improntato sul futuro, in cui docenti e studenti sperimentano e finalizzano insieme progetti rivoluzionari legati al mondo del cibo e dell’innovazione. Il Master è promosso da Università di Modena e Reggio Emilia (UNIMORE), Institute For The Future di Palo Alto (IFTF) e Future Food Institute (FFI) di Bologna, con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia, Regione Emilia Romagna, EXPO2015, Confindustria Emilia Romagna, Federalimentare e Legacoop. Questi gli ospiti e i seminari previsti per la settimana dal 07 al 10 aprile 2015 che vedranno impegnati al Food Innovation Center/ Palazzo dei Musei di Reggio Emilia (via Spallanzani 1) gli studenti provenienti da Kenya, Congo, Zimbabwe, Canada, USA, UK, Brasile, Mexico, e Italia con la supervisione e il coinvolgimento di docenti, opinion leader e imprenditori provenienti da tutto il mondo. Si parte martedì 7 aprile con Luigi Rovati, professore al Centro Interdipartimentale Softech-ICT, UNIMORE, docente di “Sensori nella Food Production” che terrà, oltre alle lezioni in aula riservate agli iscritti al master, nella giornata di martedì, alle ore 18.00, l’incontro gratuito aperto al pubblico “Food is a conversation”, parte del FIP on the road. Food Innovation Program è uno dei punti di eccellenza di We A.Re / Reggio Emilia per Expo Milano 2015, il programma di eventi costruito dal Sistema Reggio Emilia in occasione dell’Esposizione Universale di Milano.Tra i sostenitori di Food Innovation Program vi è la Fondazione Pietro Manodori della Cassa di Risparmio di Reggio Emilia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet