Ciba Brokers: aumentano premi, ricavi e polizze


A fronte delle grandi difficoltà vissute anche nel 2013 dal settore assicurativo a causa della crisi globale che ha provocato una diminuzione degli intermediari, passati in Italia da oltre 245.000 a circa 243.500 (dati IVASS), e una contrazione dei ricavi, accompagnata peraltro dal continuo incremento dei costi generali, Ciba Brokers ha chiuso l’anno con un bilancio decisamente positivo. Tutti i dati economici della società di brokeraggio assicurativo di Confcooperative Emilia Romagna hanno infatti registrato un aumento nell’ultimo esercizio.

“I ricavi – ha dichiarato il presidente di Ciba Brokers, Giampaolo Brogliato, in occasione dell’Assemblea annuale svoltasi a Bologna – sono aumentati del 9,3% rispetto all’anno precedente. Segno più anche per gli altri principali indicatori, quali i premi lordi (+5,9%), le provvigioni (+4,1%), le polizze (+17,4%). In aumento pure l’occupazione, cresciuta dell’8,3%, un dato questo senza dubbio in controtendenza nell’attuale, difficile, scenario economico nazionale”.

“Anche nel 2013 quindi – ha sottolineato Brogliato – è proseguito lo sviluppo di Ciba Brokers, che offre una gamma estremamente ampia di prodotti e programmi assicurativi in grado di rispondere alle esigenze più diverse a condizioni particolarmente vantaggiose”. “Una crescita – ha concluso il presidente – testimoniata, tra l’altro, dal recente accordo siglato con Confcooperative Marche per fornire alle imprese associate un insieme di moderni servizi garantendo il contenimento dei costi e la migliore copertura dei rischi connessi ad ogni tipo di attività”. Oltre a presentare il bilancio del 2013, l’Assemblea di Ciba Brokers ha anche deliberato un aumento gratuito del capitale sociale nella misura del 50%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet