Cia-Mps: 25 milioni per sostenere l’agricoltura emiliano-romagnola


BOLOGNA, 14 APR. 2009 – Venticinque milioni di euro per le aziende agricole dell’Emilia-Romagna. Li mette a disposizione la Banca Monte Paschi di Siena, per finanziare gli agricoltori della Cia regionale. Il plafond è frutto di un accordo operativo tra Mps e Confederazione italiana agricoltori per facilitare l’accesso al credito per gli agricoltori. I finanziamenti sono disponibili per esigenze di breve, medio e lungo periodo. Serviranno a pagare spese ordinarie, acquisto di macchine e bestiame, interventi per la produzione di "autoenergia" elettrica-termica da fonti rinnovabili (biomasse, biogas, eolica) o per la tutela ambientale. Saranno utilizzabili inoltre a sostegno dell’imprenditoria giovanile o per il reimpianto o impianto di colture pluriennali (vigneti, uliveti e frutteti). "La Cia Emilia-Romagna – ha sottolineato il presidente regionale Nazario Battelli – vede con questa convenzione concretizzare il lavoro e l’impegno preso di effettuare un servizio di credito alle aziende socie, utilizzando uno strumento appositamente costituito – Agri Service Italia srl – che si avvale di opportune professionalità in materia". "L’accordo – ha aggiunto Pasquale Vallone, responsabile del Settore small business di Banca Mps – permetterà di fornire un’assistenza concreta agli agricoltori emiliani, dando risposte valide finalizzate al loro sviluppo dimensionale, strutturale e produttivo".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet