Cia-Conad, bilancio 2016


Risultati positivi per il 2016 di Commercianti Indipendenti Associati: in crescita le vendite alle casse dei negozi, a quota 1,45 miliardi di euro (+3,5% sul 2015) e quelle dalla Cooperativa ai soci, pari a 1 miliardo e 23 milioni di euro (+1%). Il patrimonio netto si consolida a 650 milioni di euro, mentre il valore aggiunto generato ha superato i 91 milioni di euro, incluse imposte e tasse (oltre 9 milioni di euro). Nell’anno concluso sono stati investiti circa 41 milioni per attività di consolidamento e sviluppo della rete e dell’azienda. Il presidente Maurizio Pelliconi e l’amministratore delegato Luca Panzavolta presenteranno i dati di bilancio giovedì 18 maggio alle 15 alla Fiera di Forlì nel corso dell’assemblea dei soci.
Commercianti Indipendenti Associati – una delle sette cooperative di dettaglianti del Consorzio Nazionale Conad – operava al 31 dicembre 2016 con 229 negozi articolati in quattro canali: Iper (3), Superstore (32), Conad (63) e City (131). La maggior parte dei punti vendita è in Romagna e San Marino (142), seguita da Marche (39), Veneto (26) e Friuli Venezia Giulia (22). Nel proprio territorio CIA-Conad ha una presenza di mercato del 12,4% (fonte: Nielsen). La base sociale a dicembre 2016 era di 165 società, con 535 soci persone fisiche. Sono 6.500 complessivamente i lavoratori, tra cooperativa, società e negozi della rete, con una ampia prevalenza di occupazione femminile e l’utilizzo largamente maggioritario di contratti a tempo indeterminato. Da segnalare, tra le aperture del 2016, un Conad a Savignano (FC) e i superstore a Pesaro, in via del Novecento, e a Padova, in via Bronzetti.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet