Chimar acquisiscela bresciana Fim Legno


MODENA, 6 MAG. 2013 – Dopo quella della Generale Imballaggi, è tempo di una nuova acquisizione per la Chimar. L’azienda di Medolla specializzata nella produzione di imballi di cartone ha annunciato oggi l’assorbimento della Fim Legno, società con 50 anni di storia e sede nel Bresciano, attiva nella produzione di imballaggi industriali e nel confezionamento di grandi impianti e macchinari industriali.Con questa acquisizione, formalizzata nei primi giorni di maggio, Chimar aumenta la capacità produttiva e la presenza sul territorio, andandosi a insediare in un’area importante del tessuto industriale italiano. Il costo dell’operazione è di un milione di euro.Fim Legno, che ha un sito logistico di oltre 10mila metri quadrati completamente attrezzato, rappresenta per Chimar una scelta strategica importante. Un’opportunità imperdibile, secondo l’amministratore delegato Marco Arletti, "per essere sempre più vicini al cliente e offrire al mercato soluzioni di imballo innovative"."Tutto ciò rientra in un piano strategico di rafforzamento della nostra leadership sul mercato italiano", continua Arletti. "L’obiettivo che ci siamo dati nel piano industriale è raddoppiare il fatturato nei prossimi tre anni. Siamo di fronte a una crescita necessaria e indispensabile per affrontare la sfide di un futuro che al momento non appare certo facile".Aspetto non secondario di questa operazione è la ritrovata sicurezza economica per i dipendenti di Fim Legno. Circa 25 persone da alcuni mesi erano senza stipendio a causa delle difficoltà dell’azienda bresciana.Chimar si colloca fra i più importanti produttori europei di imballaggi industriali in legno, compensato, cartone, materiali plastici e alluminio, con forti competenze nella progettazione di imballi speciali e nella logistica aggregata. Nel 2012 ha fatturato circa 30 milioni di euro con un organico di oltre 300 collaboratori.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet