Chi tocca l’ora di religione muore. Insegnante sospeso


CESENA, 1 GIU. 2009 – Si è beccato una bella sospensione di due mesi dal lavoro con stipendio dimezzato per essersi occupato di questioni educative, che però l’Ufficio scolastico provinciale ritiene non siano suo “terreno”. Insomma un insegnante che prende sul serio il suo lavoro e lo fa con troppa passione non va bene per la scuola italiana.Il docente insegna Matematica e Fisica al Liceo scientifico ‘Righi’ di Cesena è stato sospeso dopo la distribuzione di un questionario sull’ora di religione. Lo riferisce il Corriere di Romagna, precisando che dal questionario distribuito tra 70 alunni di tre classi, sarebbe emerso che l’80% degli studenti preferirebbe materie alternative alla religione, se solo fossero comprese nell’offerta formativa. Ma un collega dell’insegnante ha presentato un esposto ed è partita l’ispezione, finita con la sospensione dal 20 maggio scorso. Il sondaggio infatti, sarebbe stato ritenuto invasivo di un terreno estraneo alle competenze del docente. All’insegnante sarebbe poi attribuita anche una iniziativa ritenuta "estranea ai suoi compiti professionali", come l’impiego di materiale della scuola per affiggere in bacheca vignette solidali con i Palestinesi durante i bombardamenti a Gaza, nello scorso gennaio. Contro il provvedimento disciplinare l’insegnante farà ricorso al giudice del Lavoro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet