Cev ricoverato, si cerca la causa del malore


BOLOGNA, 19 OTT. 2010 – Non ci sono conseguenze, ma il malore che ha colpito Maurizio Cevenini è considerato dai medici un episodio grave e con rischio di recidiva. Alla clinica Villalba di Bologna, dove il consigliere regionale, nonché principale candidato alle primarie per la poltrona di sindaco, si trova ricoverato, non si respira un’aria del tutto distesa. A impensierire è la causa che ha portato all’ischemia transitoria. Cosa può essere stato ancora non si conosce. Per questo oggi il Cev è stato sottoposto ad accertamenti per indagare l’aspetto vascolare e metabolico.Ciò che si vuole stabilire prima di tutto è se lo stato di salute del più accreditato candidato alle primarie del centro sinistra a Bologna sia compatibile con un’intensa campagna elettorale e con gli impegni di un mandato da sindaco. La situazione clinica è "stabile e stazionaria", ma domani sono in programma nuovi esami" è stato l’ultimo bollettino medico del dottor Paolo Guelfi, direttore sanitario della casa di cura.Attraverso il fratello, Cevenini ha fatto sapere di voler continuare nel suo impegno. Più prudenti, però, sembrano la moglie e la figlia. Il suo umore, ha fatto sapere la portavoce Alice Loreti, "è combattivo ma stufo", anche se oggi "si è riposato e ha dormito, ad eccezione del momento delle visite mediche". Il prossimo bollettino è previsto per domani mattina tra le 10.30 e le 11.A Roma, alla segreteria del Pd, dove era presente il segretario regionale Bonaccini, si è parlato anche dello stato di salute di Cevenini. "Non corriamo", ha detto Bersani ai giornalisti che gli chiedevano se si può verificare un rinvio delle primarie bolognesi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet