Cesenatico, il ricordo di Pantani a 5 anni dalla morte


CESENATICO (FC), 14 FEB. 2009 – Due messe nella sua Cesenatico – una di prima mattina nel convento delle suore di via Mazzini, la seconda nel pomeriggio nella parrocchia di San Giacomo sul porto canale – hanno ricordato il quinto anniversario della scomparsa di Marco Pantani, trovato morto in solitudine la sera di San Valentino di cinque anni nella stanza di un residence di Rimini. La prima cerimonia religiosa è stata voluta dalla famiglia, l’altra è stata celebrata su richiesta del Club Magico Pantani, della ‘Fausto Coppi’ (la squadra con cui il Pirata mosse le prime pedalate), dalla Fondazione Marco Pantani e dagli stessi familiari. Oltre 200 persone hanno affollato la chiesa sul porto canale, proprio dove vennero celebrati i funerali. Lo Spazio Pantani, il museo multimediale a lui dedicato, ha donato a tutti i visitatori una copia del calendario 2009 con le foto del vincitore nel ’98 del Giro e del Tour. L’affluenza è stata straordinaria, con tifosi da fuori provincia e fuori regione: gli addetti hanno sottolineato che "sembrava di essere a Ferragosto". Si è presentato anche l’ex campione danese Michael Rasmussen, che ha donato al museo la maglia gialla indossata nel Tour de France 2007 con una dedica speciale a Pantani. Al cimitero di Cesenatico c’é stato un notevole afflusso di tifosi che hanno portato mazzi di fiori (gialli e rosa, i colori preferiti da Marco), bandane, pensieri e lettere. All’interno della tomba di famiglia dominava uno striscione giallo con la scritta "Marco e’ presente", all’esterno un cartello con il testo della lettera-testamento scritta dal campione e intitolata "Sono stato umiliato per nulla".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet