Certificazione Leed Goldper la Torre Unipol


BOLOGNA, 15 FEB. 2013 – La Torre Unipol, l’ultimo grattacielo edificato a Bologna, ha ottenuto la certificazione Leed Gold a conferma delle elevate prestazioni energetiche a basso impatto ambientale che è in grado di garantire. "La Torre di via Larga – si legge in una nota – è parte integrante di un progetto avviato nel 2009 per la riqualificazione di un’area industriale dismessa di 45.000 mq che Unipol ha voluto ripensare nel segno della riduzione dei consumi e delle buone pratiche di gestione delle risorse naturali, del risparmio energetico, di una condotta consapevole degli utenti e di una elevata qualità di comfort e salubrità degli spazi". Sul fronte della mobilità sostenibile – scrive Unipol – la Torre, in cui lavorano 1.050 persone, vanta 10 servizi entro 800 metri con collegamento pedonale alla torre, 278 parcheggi, 14 preferenziali per veicoli a bassa emissione, 5 linee di autobus, con due fermate entro 400 metri, per 327 corse al giorno, una fermata della ferrovia entro 800 metri per 55 corse al giorno, 65 posti bici. L’efficienza energetica è evidenziata dalla riduzione del 33% dei consumi energetici standard, mentre il fabbisogno energetico è soddisfatto al 35% da fonti rinnovabili. L’efficienza idrica è garantita da un ridotto consumo di acqua (56% a scopo irriguo e del 42% per usi interni), mentre per il ciclo dei materiali è stata realizzata un’area per la raccolta differenziata (28% il riciclato). La nota evidenzia inoltre che il 44% di materiale utilizzato nella Torre è di provenienza regionale. L’elevato standard della qualità ambientale interna prevede per ogni postazione di lavoro il pieno controllo del comfort luminoso, mentre lo spazio occupato è dotato al 94% di luce naturale e al 98% di visione verso l’esterno. Per la realizzazione della Torre, in cui Unipol ha investito 70 milioni di euro di solo costo di costruzione, sono stati inoltre adottati innovativi sistemi di prevenzione e miglioramento dei comportamenti di sicurezza dei lavoratori. L’esperienza è raccontata nel volume ‘Sicuri per Mestiere: una storia non ordinaria di sicurezza in cantiere’, edito dal Mulino. La Torre, che con i suoi 125 metri di altezza è ora l’edificio più alto dell’Emilia-Romagna, domina un complesso edilizio progettato dallo studio Openproject, che include anche un albergo e un piastra commerciale riconnessi da una grande struttura vela. Il lotto rappresenta oggi per i bolognesi un’area di lavoro e di svago alle porte del capoluogo emiliano. Unipol è stata assistita da Habitech nel percorso di certificazione Leed il cui iter di accreditamento proseguirà anche per l’Albergo e la Piastra Multifunzionale sottostanti la grande torre che saranno completamente operativi entro la fine del 2013.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet