Cersaie 2013, dall’esteroun terzo degli espositori


BOLOGNA, 19 LUG. 2013 – Tempo di preparativi per il Cersaie, la kermesse della ceramica che porterà, a settembre, a Bologna espositori da tutto il mondo. Sono già 872 gli espositori che hanno prenotato il proprio stand a Cersaie 2013, di cui un terzo – per la precisione 296 – provenienti dall’estero. E sempre da oltre frontiera arriveranno in fiera, dal 23 al 27 settembre, circa 250 esponenti del trade internazionale, grazie al progetto Cersaie Business che quest’anno punta sia alle community di architetti dei mercati tradizionali sia, con appuntamenti mirati, ai Paesi emergenti, dall’India al Brasile.Gli 872 espositori che hanno già prenotato un proprio stand a Cersaie 2013 coprono tutti gli ambiti della manifestazione: 476 provengono dal settore delle piastrelle di ceramica, 255 dall’arredo bagno e apparecchiature igienico-sanitarie, 65 dalle attività di servizio, 48 dai materiali per la posa e 28 dalle materie prime. E’ così già coperta una superficie lorda pari a 166mila metri quadrati. La quota maggiore di espositori provenienti dall’estero si ritrova nel settore delle piastrelle di ceramica, con 219 prenotazioni su 476 (oltre il 54%), ma resta alta anche per il comparto dell’arredo bagno, con il 29,2%. Complessivamente i 296 espositori esteri, pari al 34% del totale, provengono da ben 35 diversi Paesi, dall’Australia all’Arabia Saudita, dalla Cina agli Stati Uniti, a testimoniare la progressiva internazionalizzazione della manifestazione.Dopo il successo dell’anno scorso, si replica così anche quest’anno un’importante azione di promozione del settore nei confronti del trade internazionale di alto livello, ovvero delle imprese di costruzioni e dei grandi studi di architettura. Sui mercati tradizionali (Francia, Germania, Stati Uniti e Canada) sono state svolte numerose iniziative durante l’anno e si è cercato di coinvolgere gli enti del trade internazionale favorendo la visita a Cersaie degli associati dell’EUF (Federazione Europea dei Posatori di piastrelle di ceramica), della VDF (Bundesverband des Deutschen Fliesenfachhandels), del DPHA (Decorative Plumbing Hardware Association) e di Angaisa. Grande attenzione anche ai Paesi emergenti. Sono stati invitati in fiera, così, oltre 30 top buyers e key players provenienti da Brasile, Russia e Sud Africa, per incontrare le aziende associate. È prevista anche una delegazione di operatori VIP dell’area del Golfo, mentre con ICE si sta mettendo a punto un progetto per top buyers per piastrelle e marmi incentrato sull’India che porterà a Cersaie questi interlocutori che dialogheranno in tavola rotonda con le aziende interessate a questo specifico mercato. Cersaie si caratterizza anche per l’elevato profilo dei convegni di architettura e design, raccolti nel programma “Costruire, Abitare, Pensare”, nella formazione professionale ai posatori all’interno de la Città della Posa e nell’evento Cersaie Disegna la Tua Casa, un’attività di consulenza gratuita a favore del privato per la progettazione degli ambienti interni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet