Ceramics of Italyin California per Greenbuild


13 NOV. 2012 – Ceramics of Italy va in California, dove debutterà alla fiera Greenbuild in programma il 14 e 15 novembre presso il Moscone Center di San Francisco, allo stand 913S. In occasione di questo importante evento dedicato alla tecnologia per il costruire ecologico, Ceramics of Italy parteciperà con uno speciale allestimento espositivo creato dall’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internalizzazione delle imprese italiane e il Ministero italiano dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per richiamare l’attenzione sulle iniziative e sui prodotti ecologici di origine italiana. Lo stand istituzionale offrirà ai visitatori la possibilità di avere informazioni più dettagliate su un’intera gamma di nuove soluzioni ceramiche orientate verso l’ecosostenibilità.Ceramics of Italy è il marchio dei produttori italiani di piastrelle di ceramica, ceramica sanitaria e stoviglieria, associati a Confindustria Ceramica. Si tratta di un simbolo di alta qualità, eccellenza del design, durevolezza e responsabilità ambientale. Sebbene le ceramiche siano intrinsecamente eco-compatibili, essendo atossiche, igieniche, riciclabili, inerti, durature e a bassa manutenzione, i produttori italiani da tempo sono impegnati nello sviluppo socialmente ed ecologicamente responsabile dei prodotti. Hanno infatti ideato metodi di produzione all’avanguardia che riducono drasticamente le emissioni inquinanti e il consumo energetico e che utilizzano acqua riciclata e scarti di produzione nel processo di fabbricazione. Tra le recenti innovazioni del settore si possono citare, ad esempio, piastrelle antibatteriche e autopulenti a bassa manutenzione, pannelli solari integrati, metodi di installazione privi di collanti, schermature parapioggia in ceramica a risparmio energetico e lastre di porcellana ultraleggera e ultrasottile. I metodi scrupolosi di imballaggio e di trasporto attestano ulteriormente l’impegno del settore verso una produzione sostenibile.Proprio per i suddetti motivi molti produttori italiani hanno ottenuto certificazioni ambientali quali i prestigiosi Ecolabel, EMAS e ISO 14001. Inoltre, la ceramica italiana può contribuire all’acquisizione di punti LEED per limitare il contenuto riciclato pre- e post-consumatore e migliorare la qualità dell’aria all’interno degli edifici, a maggior ragione se utilizzata in sistemi a risparmio energetico quali il rivestimento esterno degli edifici.Franco Manfredini, presidente di Confindustria Ceramica, afferma: “Greenbuild è un’eccellente opportunità per il nostro settore di entrare in contatto con i maggiori esponenti della comunità edile ecologica nordamericana. Siamo stati soci fondatori del Green Building Council e comprendiamo l’importanza di unirsi per avanzare con successo. Da tempo ci impegniamo a favore di metodi di produzione responsabili e continuiamo a innovarci ogni anno con nuovi prodotti e soluzioni.”“L’istituto per il Commercio Estero è lieto di presentare le ceramiche italiane al GreenBuild 2012. La partecipazione a questa fiera commerciale è fondamentale per rimanere al passo con le richieste del mercato globale, in particolare nel settore in continua evoluzione dei metodi e materiali sostenibili per l’edilizia”, dichiara Aniello Musella, Commissario per il Commercio e Direttore esecutivo per gli Stati Uniti dell’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internalizzazione delle imprese italiane.  Nei giorni immediatamente precedenti la fiera Greenbuild, Ceramics of Italy offrirà un’anteprima digitale dei prodotti sulle proprie pagine Facebook (www.facebook.com/CeramicTilesOfItaly) e Twitter (http://twitter.com/ceramicsofitaly). Durante i due giorni dell’esposizione, Ceramics of Italy pubblicherà tweet in tempo reale dalla sede fieristica con aggiornamenti su eventi e novità riguardanti i prodotti. Per informazioni aggiornate sulla partecipazione di Ceramics of Italy all’ICFF o per visualizzare i nuovi lanci dei prodotti per questa stagione, invitiamo a visitare il sito www.italytile.com

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet