Ceramica, missione in Indiaper 30 aziende italiane


SASSUOLO (MO), 13 MAR. 2013 – Alla fiera Indian Ceramics, in programma nel quartiere fieristico di Ahmedabad, importante città indiana della regione del Gujarat, dal 19 al 21 marzo, si parlerà italiano. Saranno infatti oltre 30 le aziende italiane attive nella fornitura all’industria ceramica presenti in fiera. A queste si aggiungono quelle non presenti direttamente con uno stand ma che visiteranno la fiera per incontrare la clientela indiana.Per supportare la presenza italiana sarà presente Acimac, l’associazione dei costruttori italiani di macchine per ceramica, che parteciperà con uno stand di rappresentanza per fornire informazioni sulle tecnologie italiane alla clientela indiana e assistere le aziende italiane presenti.Le aziende italiane presenti sono: Apple, Air Power Group, Assoprint SRS, Bedeschi, Bernini Impianti, Bongioanni Macchine, Colorobbia, Gruppo Tecnoferrari, Icra, Inkside, IPA, LB Officine Meccaniche, Lamberti, Luna Abrasivi, Manfredini & Schianchi, Mectiles Italia, Officine Smac, Poligrach, Sacmi, Setec Group, Simertec, Siti B&T Group, Smaticeram, Smaltochimica, Soltek, Stylgraph, System, TCK, Tecnofiliere, Tecnografica, Tecnopress, Tecnosint, Vetriceramici.L’India, e la regione del Gujarat in particolare, rappresenta uno dei principali mercati di sbocco delle tecnologie per ceramica. Nel 2011 nel subcontinente asiatico sono stati prodotti 617 milioni di mq di piastrelle di ceramica, con una crescita del 12,2% sull’anno precedente, che posizionano l’India al terzo posto tra i maggiori produttori mondiali dopo Cina e Brasile. Sempre nel 2011 il valore delle esportazioni di macchine italiane per la produzione di ceramica nell’area East Asia, di cui l’India è il principale mercato, è stato di 215,2 milioni di euro, in crescita del 48,4% sull’anno precedente.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet