Ceramica, il mercato italiano sceglie System


MODENA – Le industrie ceramiche italiane puntano sulla tecnologia digitale firmata System. In soli 12 mesi di commercializzazione sono 30 le Creadigit acquistate da 12 nomi di riferimento sul mercato italiano quali Casalgrande Padana, Fondovalle, Naxos, Valsecchia, Gresmalt, Mariner, Rondine, Terre di Badia, Nuova Riwal, Artistica 2, Elle, Daytona.

“In Italia chi compra il digitale sceglie System. Abbiamo registrato risultati positivi e concreti relativamente a velocità, produttività, facilità d’installazione, praticità nell’utilizzo, vantaggi che il mercato italiano riconosce e apprezza in Creadigit”. Giuseppe Bandieri, direttore commerciale di System Ceramics, spiega così il successo registrato dalla nuova macchina digitale di System per la decorazione delle piastrelle ceramiche. Un riscontro più che positivo dovuto sostanzialmente all’affidabilità, combinata con i significativi risultati estetici che Creadigit garantisce nel tempo.

“L’elevata capacità di scarico della testina, fino a 25 gr/m² per ciascuna barra, l’alta velocità di stampa, fino a 60 metri al minuto, senza la necessità di raddoppiare le barre, l’alta risoluzione corrispondente a 400×400 dpi: sono queste le caratteristiche salienti che contraddistinguono Creadigit” approfondisce Giuseppe Bandieri.

“L’affidabilità della macchina è garantita da un nuovo sistema idraulico, brevettato da System per Creadigit e frutto di ricerche effettuate nell’evoluto centro di R&D, che presenta un doppio ricircolo per l’alimentazione delle testine oltre a un efficientissimo sistema per il caricamento dell’inchiostro sulle diverse barre colore” conclude Bandieri preannunciando che “l’obiettivo è di raddoppiare entro breve i risultati ottenuti nei primi 12 mesi”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet