Ceramica, firmato il rinnovo del contratto


Ieri, 18 marzo, a serata inoltrata, nella sede di Confindustria a Roma, la Fesica-Confsal, Settore Ceramico, insieme a tutte le altre sigle sindacali, ha sottoscritto l’ipotesi di Accordo per il Rinnovo del CCNL che interessa 37000 addetti all’industria delle piastrelle di ceramica, dei materiali refrattari, ceramica sanitaria, di porcellane e ceramiche per uso domestico e ornamentale, di ceramica tecnica, di tubi in grès. Le imprese interessate sono circa 273, quasi tutte situate nel territorio di Modena, Reggio Emilia, Imola e Faenza, Civita Castellana. Un aumento di 112,00 euro e di uno 0,1% da versare nel Foncer (fondo di previdenza), con l’una tantum di euro 300,00 (euro 150,00 nella busta paga di giugno e i rimanenti 150,00 euro nella busta paga di gennaio 2015), a saldo della vacanza contrattuale, hanno permesso al Segretario Nazionale della Fesica-Confsal, Letizia Giello, assistita dal segretario generale della Fesica, Bruno Mariani, e dal Segretario Generale Confsal, Marco Paolo Nigi, di chiudere le trattative e di siglare l’ipotesi di accordo di rinnovo del CCNL del 22 novembre 2010 ormai scaduto, le cui trattative si erano aperte dalla fine del maggio 2013. Tutti i lavoratori saranno informati e consultati con assemblee che saranno indette nei prossimi giorni in tutte le aziende.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet