Ceramica, export record a 4 miliardi


Il comparto delle piastrelle di ceramica prodotte in Italia supera i 4,9 miliardi di euro (+4%): export record di 4,1 miliardi (+6,2%), mercato interno ancora in difficoltà, che scende a 804 milioni. L’internazionalizzazione produttiva vale 715 milioni di euro, realizzati da 16 operations che occupano oltre 3.000 addetti. Oltre 770 milioni di euro il fatturato di ceramica sanitaria, materiali refrattari e stoviglie, che occupano più di 6.150 addetti.

 

La ceramica italiana, e visto che l’82% complessivo di produzione avviene nel comprensorio di Sassuolo e dintorni, possiamo dire l’economia di una fetta importante della nostra realtà, tiene bene grazie all’export e prevede una decisa ripresa il prossimo anno, ripresa che sta portando i suoi frutti già in questi mesi. Sempre in difficoltà il mercato interno, ma l’estero riesce a compensare bene. L’industria ceramica italiana, con 223 aziende e 26 mila addetti, nel 2014 ha fatturato 5,7 miliardi di euro, con un export del 75%. La produzione è vicina a 5 miliardi di euro, aumentando del 4% rispetto al 2013, anche l’interesse dei paesi esteri ha raggiunto la cifra record dal 2008 di oltre 4 miliardi, attestandosi al 6,2% in più. Questo è quanto emerso a fine maggio dall’osservatorio di Confindustria ceramica, redatto in occasione dell’assemblea dell’associazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet