Ceramica: accordo da 20 milioni tra Bper e Acimac


MODENA, 24 APR. 2009 – La Banca popolare dell’Emilia-Romagna (Bper) e Acimac, l’Associazione costruttori di macchine e attrezzature per la ceramica, hanno siglato un accordo che prevede lo stanziamento, da parte della banca, di un plafond complessivo di 20 milioni a favore delle 120 aziende associate Acimac, per interventi di finanziamento finalizzati allo sviluppo e all’internazionalizzazione.   Sono sei le misure che rientrano nell’accordo: finanziamenti per investimenti in ricerca e sviluppo, finanziamenti per investimenti, prestiti partecipativi per ri-capitalizzazione aziendale, mutui con fondi Bei fino al 100%, finanziamenti per progetti di internazionalizzazione assistiti da garanzia Sace, cessione pro-soluto di crediti all’esportazione assistita da voltura di polizza Sace.Rivestono particolare importanza – sottolinea una nota – i finanziamenti in ricerca e sviluppo, che vanno a sostenere investimenti in beni tipicamente immateriali, fra cui anche la formazione. Inoltre, grazie alla cessione di crediti all’esportazione, pro-soluto, l’azienda può monetizzare immediatamente i crediti verso importatori esteri. L’accordo scadrà il 31 dicembre. Per l’anno successivo, "sulla base delle richieste espresse dalle imprese, le parti valuteranno l’opportunità di rinnovare la convenzione".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet