Ceramica, a Fiorano i maestri della decorazione digitale


Giunto alla quinta edizione, torna il prossimo 8 novembre il meeting annuale di Acimac dedicato alle tecnologie di decorazione digitale delle piastrelle ceramiche. L’atteso convegno è in programma dalle ore 8,30 alle 13,30 presso il Teatro Astoria di Fiorano Modenese.

Moderato da Paolo Zannini, docente all’Università di Modena e Reggio Emilia, e introdotto dal presidente di Acimac, Fabio Tarozzi, il convegno offrirà una panoramica completa delle ultime innovazioni proposte in materia e delineerà i prossimi sviluppi frutto delle ricerche in corso.

Rappresenterà pertanto, per la sua varietà e completezza, un’occasione unica di aggiornamento tecnico per tutti gli operatori ed esperti del settore ceramico.

Per questo circa 400 professionisti del settore si sono già accreditati per ascoltare le relazioni delle principali aziende protagoniste dello sviluppo della tecnologia digitale.

Saliranno infatti sul palco del teatro Astoria: System, Siti B&T Group – Projecta Engineering, Colorobbia, Intesa (gruppo Sacmi), Esmalglass-Itaca, Assodigit, Ferro, Tecnoexamina (gruppo Tecnoferrari), Smaltochimica e Kerajet.

Come testimoniato anche dal recente Cersaie, la decorazione digitale delle piastrelle si sta sempre più imponendo sul mercato.

Ma è soprattutto una tecnologia in rapidissima evoluzione sia per quanto riguarda le macchine, sia per gli inchiostri e la progettazione grafica, capace di proporre ai mercati mondiali continue evoluzioni non più confinate alla sola decorazione, ma sempre più spinte verso l’integrazione delle linee digitali nel processo produttivo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet