Cento nuovi assunti a Coop Estense


©Trc-TelemodenaMODENA, 10 FEB. 2012 – Cento nuovi posti di lavoro e, per di più, a tempo indeterminato. In tempo di aziende in crisi, costrette a chiudere o a ricorrere in modo massiccio alla cassa integrazione e di lavoro precario, con la disoccupazione in costante crescita, la notizia che Coop Estense assumerà 100 addetti tra Modena e Ferrara rappresenta un segnale in forte controtendenza. Alla base della decisione del colosso cooperativo della grande distribuzione,A c’è l’andamento delle aperture domenicali sperimentali, quelle consentite dal provvedimento del Governo che ha liberalizzato gli orari del commercio. Aperture domenicali subito apprezzate dai consumatori, nonostante il maltempo e le dure prese di posizione delle organizzazioni di categoria dei piccoli esercenti e dei sindacati. Ora però a fronte del comportamento delle principali insegne presenti sul territorio Unes, Famila, Esselunga, Panorama e Leclerc, anche Coop Estense conferma la volontà di proseguire nella sperimentazione delle aperture domenicali e per farlo ecco arrivare le assunzioni annunciate oggi “con l’obiettivo – spiega in una nota – di contenere il numero di giornate di lavoro festivo per gli attuali dipendenti”. La priorità sarà data a chi lavora o ha lavorato in Coop Estense con contratti a tempo determinato o somministrato. Una risposta forte alle critiche dei sindacati che stanno organizzando assemblee con i lavoratori e nei giorni scorsi si erano appellati ai Vescovi e alle forze politiche contro le aperture domenicali. Più difficile resta il dialogo tra grande distribuzione e piccoli esercenti, anche se Coop Estense ricorda come le Gallerie commerciali degli Ipermercati non siano di proprietà della cooperativa e come ci sia  “la più ampia disponibilità a concordare con gli operatori presenti forme e modalità organizzative della loro attività”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet