Cent’anni di Milano Marittima


2 MAR. 2012 – Creare un prolungamento marittimo della capitale del nord. Questo aveva in mente il gruppo di milanesi che il 14 agosto 1912 posò il primo mattone su un pezzo di Romagna che sta a nord di Cervia. La località venne chiamata Milano Marittima, e il suo sviluppo fu legato a un modello ideale di città giardino. A distanza di un secolo, le due Milano, quella lombarda e quella rivierasca, festeggiano i cent’anni di quella fondazione. E lo fanno con una serie di eventi e spettacoli in programma non solo nella località balneare, ma anche sotto la Madonnina. Presso l’Urban Center della Galleria Vittorio Emanuele II, ad esempio, da giovedì 1 a mercoledì 21 marzo, ci saranno appuntamenti organizzati dal Comune di Cervia, in collaborazione con alcune associazioni e realtà cervesi. Di particolare interesse il cortometraggio “Quell’estate al mare”, interpretato – tra gli altri – dall’attore Roberto Citran, che sarà proiettato il 5 marzo proprio all’Urban Center.Grazie alle iniziative previste, milanesi e cittadini di Milano Marittima, potranno riscoprire una parte della propria storia. Nello stesso periodo (1-21 marzo), via Dante sarà la cornice della mostra fotografica che metterà in luce – in 36 scatti d’autore – la Milano Marittima di ieri e di oggi. Gli appuntamenti milanesi inaugurano un ricco calendario di eventi. I cento anni di Milano Marittima saranno festeggiati da spettacoli teatrali, manifestazioni culturali e concerti musicali che la animeranno per tutto il 2012.Evento clou, la rappresentazione di “Fous de Bassin” della compagnia francese di teatro urbano Ilotopie”. Dopo aver calcato le più importanti scene internazionali – Sidney per l’inaugurazione delle Olimpiadi del 2000 e Torino per il lancio della nuova FIAT 500 – gli Ilotopie tornano in Italia per dedicare lo spettacolo “Fous de Bassin” al Centenario della preziosa località adriatica.Il mare di Milano Marittima sarà il palcoscenico di una rappresentazione unica, pirotecnica e altamente spettacolare: sull’acqua i personaggi fluttueranno quasi sospesi tra sogno e realtà, avvolti dalla magica atmosfera della notte romagnola.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet