Cefla, prime proiezioni 2016 molto positive


L’ottantacinquesimo anno di Cefla, industria multibusiness di Imola, si apre sotto i migliori
auspici. La Business Unit Medical Equipment – ha spiegato una nota dell’azienda – ha mostrato crescite rilevanti in Europa, Medio Oriente e Asia. Bene anche Cefla Finishing, specialmente
negli Stati Uniti, in Cina e nell’Europa continentale. In netto miglioramento Cefla Shopfitting, bene anche Cefla Impianti che, pur operando prevalentemente sul mercato italiano, conferma
l’ottimo andamento degli ultimi anni. Grande soddisfazione anche per la neonata C-LED, fondata nella primavera 2016, che prevede di triplicare il fatturato rispetto all’anno precedente, quando era ancora spin-off della Business Unit Medical Equipment. Le prime proiezioni relative al conto economico del 2016 annunciano un risultato complessivo che potrebbe risultare migliore del record storico raggiunto nel 2015 (443 milioni di fatturato, 16 di utile netto), confermando il trend positivo che contraddistingue l’azienda dal 2013. Cefla è stata fondata nel 1932 a Imola. Conta su una trentina di sedi (delle quali circa la metà sono produttive) in diversi
Paesi. Il business di Cefla è identificato da aree specifiche: Cefla Impianti (impiantistica civile, industriale e per il settore energia); Cefla Finishing (macchine e impianti per la verniciatura e la finitura); Cefla Medical Equipment (per il settore odontoiatrico e medicale); Cefla Shopfitting
(arredamento e soluzioni personalizzate per punti vendita); C-LED (azienda specializzata nello sviluppo di tecnologie Led). “Il merito di questa performance – afferma il presidente
Gianmaria Balducci – è prima di tutto delle quasi duemila persone che lavorano con impegno, passione e in modo sempre più coordinato, dimostrando nel concreto cosa intendiamo con ‘We are Cefla’, un concetto di unità e di appartenenza che si traduce in virtuose sinergie fra le nostre Business Unit, a cominciare dalla ricerca e sviluppo di tecnologie e soluzioni. Gli investimenti in innovazione di prodotto e i processi che stiamo mettendo in campo ci rendono molto fiduciosi nei confronti del futuro. Guardiamo ai prossimi anni con la consapevolezza di dover lavorare sodo per anticipare e interpretare in modo proficuo i mutamenti dei mercati e, dove possibile, migliorare ancora, nel rispetto della nostra mission di ‘creare valore nel tempo’”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet