CCPB a Sana: una collaborazione che si rinnova


BOLOGNA, 7 SET. 2011 – All’interno di un’edizione che dovrebbe essere decisiva per il futuro della manifestazione, il Consorzio il Biologico e CCPB srl rinnovano la loro collaborazione con Sana, il salone internazionale del naturale in programma a Bologna dall’8 all’11 settembre. La loro presenza sarà duplice: presso il padiglione 32 stand A5/C11 nell’ambito dell’area food e presso il padiglione 35 stand A23/B24 nell’area dedicata alla cosmesi.Anche quest’anno, nello spazio concesso a CCPB sarà presente l’area dedicata alla ristorazione, nella quale i soci e i loro ospiti potranno assaggiare i piatti biologici della migliore tradizione gastronomica italiana. Sono molte, inoltre, le aziende che hanno scelto di esporre con il Consorzio: Bioitalia, Casa Emiliani, Molino Sima, Caffè Molinari, Monaldi, Salumificio Pedrazzoli, Progeo, Skalo, Valle del Marro e Greenplanet nell’area food insieme ad Aboca, Gala Cosmetici,  Montalto Natura, Herbsardinia e Starlite nella parte della cosmesi. La presenza del Biologico e di CCPB viene arricchita da tre convegni inseriti nel programma di Sana. L’8 settembre dalle 14.30 alle 17.30, presso la sala Gavotta, all’Ammezzato del padiglione 33, si svolgerà l’incontro dal titolo "L’impronta ecologica di filiera nell’agroalimentare. Conoscere per fare" nel quale si svilupperanno le tematiche relative alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni e all’utilizzo delle fonti rinnovabili.Il 9 settembre dalle 9.30 alle 13.00, presso la Sala Benessere (padiglione 34), sarà invece la volta de "Il biologico a vent’anni dal Reg.CEE 2092/91. Le regole e il mercato", nel quale si analizzeranno gli sviluppi del settore a quattro lustri dalla sua prima regolamentazione comunitaria. A seguire, nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30, presso la medesima sala, si terrà il convegno " Biologico e naturale nella cosmesi del futuro: le regole e il mercato", in cui si ipotizzeranno scenari e sviluppi sperando che al più presto intervenga una regolamentazione del settore così come è avvenuto per quello agroalimentare.Tra le novità del 2011, si annoverano la produzione audiovisiva e la copertura radiofonica dei momenti più importanti della manifestazione. I materiali prodotti circoleranno sul web e potranno essere scaricati, diffusi tramite social network e commentati. E poi c’è il marketing esperienziale. L’intento è quello di incuriosire il visitatore nei confronti del biologico stimolandone i sensi: olfatto, gusto, vista, udito. Presso lo spazio dell’azienda Montalto Natura (padiglione 35, stand A23/B24), si potrà infatti visitare e annusare l’installazione sensoriale "Afrodita" realizzata dall’associazione sensoriale TeatroTocco.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet