Cavezzo 5.9, il centro commerciale nato dal sisma


©TrcMODENA, 5 MAR. 2013 – Rinascere dalla proprie macerie è possibile. Lo dimostrano i commercianti di Cavezzo, che non si sono persi d’animo e dopo la devastazione del sisma di maggio, sono risorti e hanno dato vita allo shopping center Cavezzo 5.9. Nel nome il riferimento alla furia della terra, un modo per non dimenticare, ma senza piangersi addosso. Tutto è pronto per sabato pomeriggio, quando la struttura sarà inaugurata ufficialmente. Ma le attività sono partite già da gennaio. È lì che troviamo la parrucchiera che ha continuato a lavorare in un gazebo, prima di ripartire nei container del nuovo centro. O la gelataia, troppo emozionata per esprimere il piccolo miracolo a cui, insieme ai colleghi, ha dato vita. E anche storie inusuali, come chi, perdendo il lavoro, si è reinventata imprenditrice. Il centro commerciale è costruito interamente su 40 container marittimi, modificati e coibentati. Un’idea che inizialmente appariva irrealizzabile, ma che oggi è realtà. “Per noi è un passo importante – sono le parole di Giovanni Fattori, presidente consorzio Cavezzo 5.9 – un passo verso la normalità. Un progetto a cui abbiamo dato l’anima”. L’obiettivo è raggiunto, grazie all’impegno di numerosi soggetti. Tra questi la Phoenix International, che ha fornito i container. “Abbiamo capito subito la validità del progetto – aggiunge Alessandro Cocchi, amministratore delegato Phoenix International – e così ci siamo fatti coinvolgere dall’entusiasmo emiliano”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet