Cassa integrazione. Il 2011 anno nero per l’ER


21 OTT. 2011 – Una sfilza di aziende che si allunga di mese in mese. Non accenna a fermarsi in Emilia-Romagna il numero di imprese che fa ricorso alla cassa integrazione. I dati dell’ultima rilevazione, a cura dell’Osservatorio Cig della Cgil, indicano a quota 623 le aziende in regione che stanno usufruendo di questo ammortizzatore sociale. Con un totale di oltre 76mila lavoratori coinvolti. "Il problema è che la cassa integrazione diventa mobilità, quindi procedura di licenziamento", spiega Vincenzo Colla, segretario regionale della Cgil, ai microfoni del tgR dell’Emilia-Romagna. Ai numeri già neri della Cig si aggiungono altre misurazioni poco rassicuranti. "Negli ultimi tre anni c’è stata una diminuzione del tasso di occupazione di tre punti percentuali. In termini di forza lavoro, è come se fosse scomparsa una piccola città come Imola."

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet