Cashmere ferrarese alla conquista del mondo


Il cashmere ferrarese alla conquista dei mercati mondiali: merito di Michele Pagliero, che dopo anni di lavoro a Milano nel campo del tessile ha creato a Ferrara la ‘Settefili Cashmere’, azienda in continua espansione e specializzata nella produzione di maglieria di altissima qualità, con manodopera locale altamente specializzata. L’azienda produce cashmere destinato in gran parte al Giappone (35% di prodotti venduti), mentre il 40% va al mercato europeo con un aumento negli ultimi anni nei Paesi scandinavi, e un 10% nel restante mercato internazionale, dagli Usa al rimanente mercato asiatico, soprattutto Corea. Solo il 15% è destinato al mercato italiano. “Il mio team – spiega Pagliero alla Nuova Ferrara – è nato nel 2011, poi ci siamo allargati. Siamo riusciti a contrastare un andamento negativo globale, crescendo ogni anno, sia dal punto di vista del fatturato che in termini di risorse umane. Penso che la formula vincente sia rimodulare il dialogo tra l’imprenditore e la forza lavoro e allo stesso modo cambiare il rapporto tra l’esperienza della manodopera di qualità e nuove visioni di prodotto contemporaneo”. “Quest’anno – aggiunge – abbiamo investito anche su nuovi macchinari più moderni e tecnologici per migliorare il processo produttivo, in particolare lavatrici. Il prossimo passo sarà quello sull’informatica e telecomunicazioni, per migliorare il sito e ampliare il mercato e-commerce. Il futuro che immagino per ‘Settefili Cashmere’ è un percorso di crescita controllata, questo per proteggere il valore della nostra realtà”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet