Case, a Bologna mercato vivace


Il 2014 per Nomisma dovrebbe chiudersi con un incremento di compravendite di abitazioni del 3,7% su base annua a livello nazionale, del 5,5% nelle 13 grandi città. Ma “solo attraverso una rinnovata iniezione di credito e un’ulteriore revisione dei prezzi si possono prefigurare scenari nuovamente espansivi per il mercato immobiliare”. E’ quanto emerge dall’Osservatorio sul Mercato Immobiliare di novembre dell’associazione bolognese. Per Nomisma infatti il 2014 dovrebbe rappresentare l’anno d’inversione ciclica, con una ripresa delle quantità scambiate, anche se più contenuta delle aspettative. E Bologna è la città italiana dove il mercato immobiliare mostra la maggiore vitalità. Il numero delle compravendite, sia a livello residenziale che di impresa, nel 2014 registra uno dei maggiori aumenti a livello nazionale. E questo grazie alla capacità del sistema locale di riparametrare i prezzi verso il basso, assecondando l’andamento del mercato e stimolandone la ripartenza. E’ quanto emerge dall’osservatorio immobiliare curato da Nomisma e datato al mese di novembre.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet