Casa e tasse, le reazioni a Modena


Sono numerose le reazioni alla proposta di bilancio preventivo del Comune di Modena, in questi giorni all’esame delle commissioni consiliari. A tenere banco sono soprattutto le imposte sugli immobili. Rete Imprese Italia, per esempio, giudica positiva la riduzione dell’Imu sui beni strumentali di impresa e incoraggianti gli interventi sulla spesa. I responsabili di Confesercenti, Cna, Lapam e Confcommercio auspicano i proseguire in questa direzione anche nei prossimi anni, “agendo anche sulla leva della sburocratizzazione”. Una netta opposizione al documento comunale arriva invece da Aspii e Confedilizia. Con la nuova Tasi, dicono i piccoli proprietari, “l’Imu sulla prima casa cambia solo nome. Introdurla è una decisione sbagliata, perchè penalizza affitti e contratti concordati, e non prevede detrazioni per le fasce deboli”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet