Cariromagna: rimonta il rosso, ma è ancora crisi


Circa 370 milioni di euro di nuovi finanziamenti a medio lungo termine, di cui circa 280 alle imprese e 90 agli investimenti, per lo più immobiliari, delle famiglie. E’ l’attività al terzo trimestre dell’anno licenziata nel bilancio al 30 settembre 2014 proposto dal direttore generale Mauro Federzoni al Consiglio di amministrazione di Cariromagna, presieduto da Sergio Mazzi, che l’ha approvato. La banca del Gruppo Intesa Sanpaolo opera nelle province romagnole con 90 filiali al servizio di oltre 150.000 clienti. I crediti alla clientela ammontano a 4 miliardi, in calo del 3,4% rispetto a dicembre 2013, da mettere in relazione sia al perdurare della fase di difficoltà economica e di significativa incertezza prospettica che alla ridotta domanda di finanziamenti. La fiducia dei risparmiatori ha sostenuto le attività finanziarie della clientela presso la banca che sono cresciute a 5,2 miliardi (+2%, rispetto a dicembre 2013), nel cui ambito il risparmio gestito risulta pari a 1,9 miliardi (+19,2%). Il risultato della gestione operativa cresce a 65,4 milioni (+0,8%), riflettendo una crescita dei proventi operativi netti (+1,3%, rispetto al pari periodo del 2013) e degli oneri operativi (+1,7%), gestiti sempre con estrema attenzione. L’elevata efficienza della banca è attestata da un cost/income ratio che risulta pari a 50,1%.
Cariromagna chiude al 30 settembre con un risultato netto di 2,5 milioni di euro, in miglioramento rispetto alla perdita registrata a settembre 2013 (pari a -11,8 milioni). “Ci troviamo di fronte a uno scenario meno favorevole di quello atteso – ha sottolineato il presidente di Cariromagna Sergio Mazzi – dove la ripresa ha perso vigore e il suo riavvio presuppone un punto di svolta imminente nell”attivita” di investimento”. “I risultati ottenuti sono in netto miglioramento rispetto ad un anno fa – ha aggiunto il direttore generale Mauro Federzoni- ma permane ancora l’incertezza legata ad una ripresa annunciata e smentita nei fatti. In un contesto economico fragile Cariromagna ha saputo reagire e raggiungere risultati positivi”.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet