Cariparma punta sulle donne manager


Sono 150 le donne manager che hanno partecipato dal 2010 ad oggi al Progetto Artemisia, in omaggio di Artemisia Gentileschi, simbolo femminile della volontà di affermazione di sé, sviluppato da Cariparma – Crédit Agricole attraverso una serie di iniziative nate per valorizzare a pieno le opportunità insite nel concetto di gender. Dall’esperienza è nato un volume, “Fare la differenza – Analisi e proposte di gender management”, realizzato da Cariparma e curato dall’onorevole Vanna Iori (PD).

 

Il libro rappresenta il tentativo di adottare un metodo sistemico e strutturato di approccio alle politiche di gender, teso a indagare la valorizzazione del talento femminile all’interno del contesto aziendale e a definire proposte che diano concretezza al rispetto delle diversità, valore chiave contenuto nel Codice Etico del Gruppo condiviso con il Crédit Agricole.

 

“La pubblicazione della ricerca e la costituzione di uno specifico Comitato Gender sono la dimostrazione di un forte investimento che è insieme culturale, sociale ed economico e che, grazie anche alle diverse iniziative e best practices intraprese, consente di promuovere l’immagine del Gruppo Cariparma Credit Agricole come banca gender oriented”, dichiara Giampiero Maioli, ceo del gruppo. “Nello specifico la valorizzazione del talento femminile è un tema rilevante sotto due livelli, etico e di business. Vogliamo impegnarci come banca a diffondere sensibilità su questo tema e creare una cultura interna che dia spazio ad un numero sempre maggiore di differenze”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet