Carim, esercizio ridottocon utile a 600 mila euro


RIMINI, 25 MAR. 2013 – Utile netto pari a 0,6 milioni di euro per Banca Carim in chiusura dell’esercizio 2012. Un esercizio ridotto dal primo ottobre al 31 dicembre a causa dello stato di amministrazione straordinaria vissuto della banca e concluso il 30 settembre scorso dopo 33 mesi, ossia dal primo gennaio 2010 al 30 settembre 2012. Il margine operativo lordo, si legge in una nota dell’istituto riminese, si è attestato a 7 milioni di euro mentre la raccolta diretta è risultata pari a 2.913,4 milioni di euro (-3,5% rispetto al 30 settembre scorso), quella indiretta a 1.598,1 milioni di euro (-3,1%) e quella globale a 4.511,5 milioni di euro (-3,5%). Il patrimonio, al netto dell’utile di esercizio si è attestato a 269,6 milioni di euro (259,8 milioni di euro al 30 settembre scorso) mentre le rettifiche/riprese di valore nette sono risultate pari a 4 milioni di euro: "si evidenzia – spiega la nota – che la copertura dell’intero portafoglio crediti sale all’8,2% (7,9% allo scorso 30 settembre) a garanzia di un maggiore presidio del rischio di credito, anche in considerazione dei possibili effetti negativi indotti dall’attuale contesto economico". Quanto ai coefficienti patrimoniali, il Tier 1 si è attestato all’8,50 (8,13 allo scorso 30 settembre) mentre il Total Capital Ratio si è attestato a 10,73 (10,32 allo scorso 30 settembre). Allo scorso 31 dicembre il numero dei dipendenti in servizio è ammontato a 755 unità.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet