Carife: bilancio in rosso, ma perdite ridotte più della metà


FERRARA, 30 MAR. 2012 – La Cassa di Risparmio di Ferrara continua la corsa al risanamento e nel 2012 diventerà una banca unica con l’incorporazione in Carife delle banche del gruppo. Carife ha ridotto le perdite che nel 2011 sono state di 1,9 milioni, rispetto ai 58,8 del 2010, che diventano 22 a livello di gruppo (contro i 58,4 del 2010). La raccolta diretta ha raggiunto un valore di 4,8 miliardi, in calo rispetto ai 5,6 della precedente gestione. Un calo che il gruppo spiega con la scelta di contenere l’esposizione verso emittenti internazionali e ridurre la raccolta verso gli investitori istituzionali, solo parzialmente bilanciata da un incremento della raccolta verso la clientela, che registra una crescita dello 0,6%.Il processo di riorganizzazione interno ha anche permesso un risparmio di dieci milioni. "Grazie al processo di ristrutturazione – ha detto il presidente Sergio Lenzi – il Gruppo Carife ha compiuto importanti progressi e ha notevolmente ridotto le proprie perdite in un contesto di mercato non semplice. Carife perseguirà anche nel 2012 il proprio ruolo di banca del territorio, continuando a proporsi come punto di riferimento per l’economia locale".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet