Capodanno, un successo in Emilia Romagna


Un ultimo dell’anno all’insegna dei grandi numeri in Emilia Romagna. Nonostante il freddo gli eventi e i concerti nelle piazze in programma in tutta la regione, dalla Riviera alle Città d’Arte, hanno spinto verso il pienone gli hotel aperti per le festività. In occasione del Capodanno si è registrata in tutta la regione un’ottima affluenza di turisti, con un alto tasso di occupazione superiore all’84% negli oltre 1.000 alberghi complessivamente aperti, dei quali circa 650 sulla riviera e 290 nelle città d’arte della regione dove la permanenza media è stata superiore ai 3 giorni. Tutto esaurito sulle piste da sci dei principali impianti della Regione, dal Corno alle Scale al Cimone. Buoni risultati si registrano anche nelle 16 strutture ricettive termali dove si conferma il tutto esaurito per il fine anno, con i mesi di novembre e dicembre contraddistinti da un trend positivo in forte crescita. “Gli eventi, e le tante iniziative che hanno animato le piazze, le terme, i luoghi d’arte e cultura insieme agli impianti sciistici confermano la grande attrattività turistica della nostra regione nonostante il freddo intenso”, dice Andrea Corsini, neo Assessore al Turismo dell’Emilia Romagna. “Piazze affollate, ristoranti pieni ed hotel con un tasso di occupazione camere superiore all’84%, in crescita rispetto allo scorso anno, sono un segnale incoraggiante per tutto il comparto turistico della regione”. A Rimini 130mila persone hanno seguito gli eventi nel centro storico e a Marina. A Riccione, in piazzale Ceccarini, oltre 5.000 persone hanno salutato con un brindisi il nuovo anno e oltre 3.000 per il concerto di Noemi a Bellaria Igea Marina. Ottima affluenza anche nelle altre località della costa da Cattolica a Comacchio. A Bologna, in piazza Maggiore, al culmine della festa c’erano 30mila persone. In piazza del Popolo, a Ravenna, in tanti hanno seguito il concerto di Joe Dibrutto e del suo gruppo. Positivo il bilancio anche dei ristoranti che hanno registrato quasi ovunque il pienone. A Ferrara, nonostante le temperature polari la piazza si è riempita fin dal primo pomeriggio per il tradizionale incendio del Castello Estense. A Cesena, in tanti alla festa in Piazza del Popolo. In migliaia a Forlì hanno sfidato la temperatura scesa al di sotto dei 2 gradi per ballare e brindare in piazza Saffi. E ancora, in migliaia in piazza Grande a Modena per il concerto di Enrico Ruggeri. Successo anche per le feste di Piacenza, dove si è brindato in Piazza Cavalli, Reggio Emilia, dove a fare da palcoscenico al brindisi c’era Piazza Martiri del 7 Luglio e Parma.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet