Capodanno, 52 milioni di bottiglie da stappare


Per le feste correnti in Italia si stima che salteranno circa 52 milioni di tappi di spumante ‘Made
in Italy’ con consumi in ripresa del 4 per cento. E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che è record storico per lo spumante italiano con 242 milioni di bottiglie stappate tra Italia ed estero per le feste di fine anno. Se all’estero – sottolinea Coldiretti – salgono a 190 milioni le bottiglie di spumante italiano stappate con un balzo del 13 per cento nelle bottiglie esportate, in Italia si è di fronte ad una storica inversione di tendenza dopo sette anni di progressive riduzioni. Ben l’86 per cento gli italiani non rinuncia allo spumante mentre appena il 14 per cento sceglie lo champagne, sottolinea l’associazione. A prevalere tra le bollicine italiane sono quelle ottenute con il metodo ‘charmat’ che rappresentano circa il 95 per cento della produzione e il resto con il metodo
classico che differisce perché la fermentazione non avviene in autoclave, ma in bottiglia e comporta una lavorazione che può durare fino a tre anni con un prezzo finale più elevato. Nella classifica delle bollicine italiane piu’ consumate nel mondo ci sono il Prosecco, l’Asti, il Trento Doc e il Franciacorta che ormai sfidano alla pari il prestigioso Champagne francese.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet