Capodanno 2011, Bologna festeggia con XFactor


BOLOGNA, 10 DIC. 2010 – Con il Comune commissariato e la crisi che non accenna a cedere il passo, in pochi a Bologna si aspettavano un Capodanno 2011 in grande stile. Invece, anche quest’anno, le premesse per fare delle Due Torri una delle mete più ambite per dire addio al 2010 ci sono tutte. Anna Maria Cancellieri ha deciso infatti di affidarsi a due marchi che rappresentano un’autentica garanzia di successo: XFactor e Bibi Ballandi. "E’ vero, il commissario e il suo vice Piantedosi mi hanno contattato – conferma il produttore bolognese – e io sono molto felice di lavorare per la mia città". E lo farà assieme ai protagonisti della trasmissione di Rai2.Sul palco allestito davanti a palazzo d’Accursio è già annunciata la presenza di Nathalie, la cantautrice della squadra di Elio che ha vinto l’edizione appena conclusa. Assieme a lei si esibiranno i Kymera, Davide Mogavero e Giuliano Rassu, concorrente del talent show nel 2009. E a presentarli ci sarà, come sempre, Francesco Facchinetti, in onore del quale è stato coniato lo slogan che darà il titolo alla serata: "Ora X. La musica batte solo in Piazza Maggiore". Quello del 31 dicembre si annuncia infatti come un gran concerto, che lo stesso Ballandi definisce "giovane e fresco"."Sarà una nottata di musica, molto giovane", conferma il commissario Cancellieri, che ieri ha presentato l’evento in conferenza stampa. "Abbiamo lavorato in sinergia con tutti gli attori del territorio – ha detto – e abbiamo avuto una risposta molto bella da parte di tutta la società bolognese". Il budget della serata sarà infatti di 150mila euro e a provvedere saranno principalmente gli sponsor privati. Prima dello show targato Ballandi un grande schermo trasmetterà in diretta, a partire dalle 22.30, il concerto del Comunale. E i festeggiamenti si concluderanno con il tradizionale rogo del Vecchione che torna dopo un anno di pausa con le sembianze di una rana, frutto della creatività di Marco Dogo.Il Capodanno 2011 segna il ritorno di Bibi Ballandi sulla scena bolognese. Dopo aver portato Bob Dylan al Caab per esibirsi davanti a Giovanni Paolo II e aver organizzato la trasmissione Rai Taratatà nel Palazzatto dello Sport, il deus ex machina degli show di Fiorello, Adriano Celentano e Gianni Morandi ha curato anche lo spettacolo del 31 dicembre 1996, sviluppando un’idea di Lucio Dalla e dando vita a "Mezzanotte: angeli in piazza" con i senzatetto. E quest’anno la sua mano firmerà anche il capodanno di Rimini, quello trasmesso in diretta su Rai1. Uno spettacolo ormai di lunga tradizione, che secondo il suo organizzatore "si è rivelato un grande mezzo di promozione turistica per la città romagnola".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet