Caorso, “spento” un altro pezzo di centrale


CAORSO (PC), 11 GIU. 2012 – Arturo è sempre più innocuo. Con questo soprannome è conosciuto l’impianto nucleare sulla riva del Po in quel di Caorso. Lo smantellamento e la decontaminazione di quanto stava dentro la parte contenente la turbina, è stato completato. Altri 6.500 tonnellate di materiali e componenti metallici sono stati rimossi e messe in sicurezza. "A Caorso, complessivamente sono state finora smantellate, decontaminate e allontanate dal sito circa 9.400 tonnellate di sistemi e componenti metallici, il 62% del metallo originariamente presente, circa il peso della torre Eiffel". Così spiega una nota di Sogin, la società di Stato che bonifica i siti nucleari e gestisce rifiuti radioattivi medico-ospedalieri, industriali e di ricerca."Abbiamo realizzato la stazione gestione materiali che servirà, ottenuta l’istanza finale di disattivazione – ha detto Giuseppe Nucci, ad di Sogin – per lo smantellamento e la decontaminazione dell’edificio reattore".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet