Canoni affitti in calo del 7,2% in Emilia-Romagna


Canoni di locazione in calo del 7,2% nell’ultimo anno in Emilia-Romagna ma mentre a Rimini, Bologna e Ravenna i prezzi hanno tenuto, a Parma e Reggio Emilia i cali sono stati a doppia cifra. Sono i dati di Solo Affitti, franchising immobiliare di Cesena, presente con 300 agenzie in Italia e 40 in Spagna. Il capoluogo di provincia con i canoni medi più elevati risulta essere Rimini, anche per via delle locazioni turistiche: dai quasi 600 euro si è passati a 577 euro. Nel 2014 era Parma la città con gli affitti più alti, ma i prezzi sono diminuiti di oltre il 13%, il calo più alto tra le città emiliano-romagnole insieme a Reggio Emilia (-12%). Ferrara, con 414 euro al mese e Forlì, con 429 euro, risultano avere, secondo le rilevazioni, i canoni medi più bassi in regione. I nuovi contratti di affitto in Emilia-Romagna sono poi ormai stipulati quasi esclusivamente con la cedolare secca (88%), spesso associata alla forma contrattuale a canone concordato, che viene utilizzata in più di 6 casi su dieci.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet