Camusso, il confrontosugli ammortizzatori spiegatoai giovani


©Trc-TelemodenaMODENA, 21 FEB. 2012 – Gli studenti universitari presenti questa mattina, nella sala convegni della facoltà di Giurisprudenza di Modena, all’incontro che ha visto come protagonista la segretaria nazionale della Cgil, Susanna Camusso, hanno seguito il suo intervento con molta attenzione; il loro futuro potrebbe dipendere anche dagli accordi che i sindacati riusciranno a raggiungere con il Governo. Stimolata dalle molte domande, la Camusso ha riferito dell’ultimo incontro, quello di ieri, che ha avuto con i rappresentanti dell’esecutivo. Tema al centro del confronto: gli ammortizzatori sociali. Per il vertice della Cgil “bisognerebbe avere un’unica forma di ammortizzatore, universale, anche per chi ha un lavoro discontinuo”. Ma le risorse non ci sono e senza quelle si può fare ben poco. “Per noi non si può risparmiare su questo, tanto meno sui contributi di coloro che beneficiano della cassa integrazione o della solidarietà”. Ma il segretario ha sottolineato come dopo tanto tempo il governo ascolta anche il parere dei sindacati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet