Camst, fatturato da 428 milioni


Il gruppo Camst ha chiuso il bilancio 2013 con un fatturato complessivo di 428 milioni e 500mila euro – +3,5 milioni rispetto al 2012 – e con un utile di 7 milioni e 518mila, il più alto dal 2006, da quando è cominciata la crisi economica. In crescita anche il Margine Operativo Lordo, che si attesta sul 10,85%. “Risultati positivi – sottolinea una nota dell’azienda di ristorazione – anche a livello di gruppo, con un fatturato di oltre 954 milioni e un utile di quasi 11 milioni”. Ad oggi, sono oltre 90 milioni i pasti che, ogni anno, sono prodotti nelle oltre 1500 gestioni e punti vendita su tutto il territorio nazionale, tra mense scolastiche, ospedali, caserme, self service e ristoranti aziendali Camst, che il prossimo anno si appresta a festeggiare il suo settantesimo compleanno. Il risultato del 2013 si riflette positivamente anche sulla solidità finanziaria della società, che tocca la quota di oltre186 milioni di patrimonio netto, il più cospicuo nello scenario della ristorazione collettiva italiana, frutto di quasi quarant’anni di bilanci in attivo. Parte dell’utile sarà ridistribuito tra i soci della cooperativa a remunerazione del capitale e delle azioni. Trend positivo anche sul fronte dell’occupazione: sono 9.235 i dipendenti Camst, con un aumento di 403unità. Il 72,8% dei lavoratori, inoltre, è socio della cooperativa. A livello di Gruppo sono 11.532 i lavoratori impiegati. I settori dove Camst registra la crescita più significativa sono la ristorazione sanitaria, scolastica e aziendale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet