Camst chiude il 2016 con utile a 9,1 milioni


Si è chiuso con un utile di gruppo pari a 9,1 milioni di euro e un fatturato aggregato di gruppo pari a 580 milioni di euro il 2016 di Camst, colosso della ristorazione il cui portafoglio estero distribuito tra società in Spagna, Danimarca e Germania, è ammontato a più di 110 milioni di euro. La sola cooperativa Camst – si legge in una nota – ha registrato un fatturato di 508 milioni di euro e 4,2 milioni di euro di utile mentre sul territorio nazionale sono stati prodotti 116 milioni di pasti. “Camst sta realizzando il piano strategico presentato l’anno scorso – commenta nella nota il direttore generale, Antonio Giovanetti – con l’obiettivo di sviluppare la presenza in Europa: abbiamo infatti acquisito quote di società in Spagna e Danimarca investendo 10 milioni di euro. Con i brand ‘Dal 1945 Gustavo Italiano’ e ‘Tavolamica’ abbiamo ottenuto un aumento del margine di 2,2 milioni di euro tenendo conto che il comparto della ristorazione commerciale per Camst vale complessivamente 54 milioni di euro”. Lo scorso anno, viene evidenziato ancora, il margine operativo lordo si è attestato intorno ai 50 milioni di euro mentre il patrimonio netto si è attestato a 201 milioni di euro. Quanto all’occupazione, conclude la nota, questa è cresciuta con saldo attivo di 174 occupati in più (+1,6), 150 sotto i 35 anni e in prevalenza donna.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet