Campari, vendite trimestre 1,2 miliardi


Nel terzo trimestre Campari ha registrato vendite per 1.200,6 milioni, con una solida crescita organica (+6,6%) e una variazione totale del 2,5% penalizzata dai cambi e dal perimetro dopo la vendita di attività non strategiche. A far migliorare il mix di vendite sono stati i marchi più noti del gruppo a livello globale come Aperol a Campari e regionale (Wild Turkey ed Espolòn) e, a livello geografico, i paesi sviluppati: Stati Uniti, Europa Occidentale e Australia. L’utile del gruppo di alcolici prima delle imposte si è portato a 249,4 milioni (+4,7%) mentre quello rettificato a 235,5 milioni (+4,8%). “Guardando alla restante parte dell’anno, le nostre prospettive rimangono sostanzialmente invariate e bilanciate in termini di rischi e opportunità. Rimaniamo fiduciosi sul conseguimento di una performance positiva per i principali indicatori di crescita organica nell’anno”, ha indicato Bob Kunze-Concewitz, Ceo di Campari.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet