Calzolari (Legacoop): “L’articolo 18 va rivisto”


FIRENZE, 22 FEB. 2012 – "Credo che noi siamo troppo assenti da questo dibattito. Contesto alla nostra organizzazione di aver delegato questa discussione alla Camusso e alla Marcegaglia". Lo ha detto il presidente di Granarolo Gianpiero Calzolari, che è anche presidente della Legacoop di Bologna, rispondendo ad una domanda sulla discussione in corso sull’articolo 18. "Affrontiamo il tema lavoro con una nostra etica; purtroppo dovremo affrontare anche il tema della ristrutturazione, perché la crisi è quella che è, e quindi se è vero che l’articolo 18 non è dirimente, non possiamo neppure cavarcela dicendo che non è il primo problema sul piatto", ha affermato Calzolari."Il tema del lavoro, se non l’articolo 18, per noi è un tema importante" e quindi – ha proseguito il presidente di Granarolo – "bisogna parlarne e tirare fuori una posizione del mondo cooperativo che è una posizione molto rispettosa delle persone e del lavoro, ma anche delle aziende". Quindi l’articolo 18 non è intoccabile? "Bisogna parlarne e avere il coraggio di capire che la crisi – ha risposto Calzolari – ha dimensioni tali per cui tutto quello che abbiamo fatto fino ad ora va riletto. Noi abbiamo tenuto l’occupazione a discapito dei margini della nostra impresa. La crisi sta durando troppo e questa cosa rischia di compromettere le aziende, è una riflessione importante da fare".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet