Caldo, e la vendemmia anticipa


Da oltre un decennio non era mai iniziata così presto la vendemmia in Italia che quest’anno si prevede con una produzione stimata in aumento di almeno il 5 per cento rispetto allo scorso anno, per un totale atteso di circa 44 milioni di ettolitri, con ottima qualità. E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che il distacco del primo grappolo di uva da vino Made in Italy del 2015 è avvenuto addirittura con quasi una settimana di anticipo rispetto allo scorso anno, in Franciacorta, dove si raccolgono le uve bianche destinate alla produzioni di spumanti che tradizionalmente sanciscono l’avvio delle vendemmia in Italia. Le condizioni climatiche con il grande caldo hanno accelerato i processi e – sottolinea la Coldiretti – anticipato la raccolta che si classifica come la seconda piu’ precoce dal dopoguerra, dietro solo a quella del 2003, l’anno di una storica siccità, quando iniziò il 2 agosto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet