Calano i mancati pagamenti, ma aumenta l’importo


Il 2013, secondo anno consecutivo di recessione, ha deteriorato le transazioni commerciali tra le imprese italiane e alzato i livelli di insoluti. Se da una parte è calato il numero dei mancati pagamenti (frequenza -18% rispetto al 2012) dall’altra sono cresciuti gli importi medi.

 
E’ quanto emerge da un report di Euler Hermes Italia. Secondo il rapporto i comparti più colpiti al loro interno sono siderurgia (severità +22%) e materie prime (+42%) mentre nell’alimentare e nel tessile il trend è migliorato o si è stabilizzato. A livello regionale, Emilia Romagna (35.000 euro), Lombardia (31.000) e Lazio (29.000) sono le regioni dove è più elevato l’importo medio non onorato nel 2013.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet