Caffè ‘oro’, Australia dà ragione a Vittoria


Le parole italiane ‘Oro’ e ‘Cinque Stelle’ protette come brand di una marca di caffè. E’ questa la disputa legale che si trascina da 15 anni in Australia con udienze e verdetti nelle più alte corti del paese, fra Cantarella Bros, storici importatori di prodotti alimentari per la comunità italiana, distributori del caffè Vittoria che vanta Al Pacino come testimonial, e la Modena Trading che distribuisce il caffè Molinari. Ieri l’Alta Corte ha disposto che Cantarella può usare le due parole come marchio di fabbrica per il suo caffè ‘premium’, confermando l’autorizzazione ottenuta nel 2000. Ma l’aveva perduta lo scorso anno quando la Corte Federale ha accolto il ricorso di Molinari, dichiarando che le parole erano semplicemente “descrittive” e non potevano essere monopolizzate per il caffè Vittoria. Inoltre, “altri commercianti di caffè hanno usato quelle parole”. Cantarella a sua volta ha presentato appello, accolto ieri dall’Alta Corte che ha dato così alla ditta, che opera in Australia da 60 anni, una posizione privilegiata sul mercato. Secondo l’Alta Corte le parole sono “allusive” e metaforiche, piuttosto che “direttamente descrittive” e sono tali da distinguere il caffè Vittoria da altre marche.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet