Bruno Magli, confermati i 2 anni di cassa integrazione


BOLOGNA, 30 NOV. 2011 – Confermati i 2 anni di cassa integrazione straordinaria per cessazione parziale dello stabilimento della Bruno Magli di via Larga a Bologna e i 2 anni per la cessazione totale del negozio Bruno Magli in galleria Cavour. Dal Tavolo regionale – convocato dall’assessorato regionale alle Attività produttive con la proprietà, Comune e Provincia di Bologna, sindacati e rappresentanti dei lavoratori – nessuna modifica all’accordo sviluppato a Bologna e firmato a Roma lo scorso 24 novembre, sottoscritto da Bruno Magli Spa, Fisascat nazionale (anche per conto di Fisascat Bologna) e Filctem Cgil (anche per conto di Filcams Cgil e Rsu aziendali). "I due anni di cassa integrazione – ha sottolineato l’assessore Gian Carlo Muzzarelli – danno a tutte le parti in causa, a partire dai lavoratori, quel respiro necessario per lavorare al rilancio del marchio. Abbiamo registrato in questi mesi un interesse degli imprenditori che va sviluppato con impegno e responsabilità di tutti. Il prossimo passo è rivederci a gennaio per valutare la situazione, in modo da valorizzare le professionalità presenti in Magli e lo stesso marchio storico dell’azienda". Restano a Bologna gli uffici General & Administrative, Sviluppo prodotto, Quality management e Programmazione della produzione. Per il personale in esubero, c’é l’impegno della società e di Unindustria a promuoverne la ricollocazione, a sviluppare iniziative di formazione e riqualificazione, a individuare ove possibile nuove opportunità occupazionali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet