Brevini Group muove la gru dei record


C’è un po’ di Reggio Emilia in quella che, una volta completata, sarà la gru portuale più potente e più grande del mondo. C’è infatti la firma della reggiana Brevini Power Transmission sui sistemi che muoveranno la “Honghai Crane”, la gru portuale da 22 mila tonnellate con le più sofisticate tecnologie per la trasmissione di potenza, in fase di realizzazione da parte della Honghua Group, il maggiore gruppo industriale cinese specializzato nella costruzione di piattaforme per il settore marino e off-shore.

 

“Siamo orgogliosi di questo ennesimo riconoscimento che premia la nostra tensione verso l’eccellenza – commenta il presidente Renato Brevini – sarà la gru più grande del mondo e per muoverla saranno impiegati 24 riduttori Brevini tipo SLW, che azionano 24 argani da 65 tonnellate. Ogni riduttore ha un diametro di 1,1 metri, altezza di 1,5 metri e pesa 2.000 kg. La commessa per Brevini ha un valore di circa 2 milioni di euro e non è la sola. Siamo di fronte a segnali importanti, parlare di vera ripresa è prematuro, ma quando qualche progetto parte… Brevini Power Transmission è sempre presente”.

 

Per il gruppo  guidato da Renato Brevini il 2013 è stato un anno particolarmente importante: dopo la fornitura di riduttori per azionare le gigantesche paratie del Nuovo Canale di Panama, l’azienda reggiana ha messo a segno una serie di commesse di standing internazionale, ottenendo importanti conferme da parte di grandi clienti come Rolls-Royce, Thyssen Krupp, National Oilwell, Toshiba, Sany.
“Non è un momento facile per nessuno – conclude Brevini -, ma grazie al continuo flusso di investimenti mirati all’innovazione stiamo affrontando il 2014 con le armi giuste”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet