Bper, torna l’utile: in bilancio 42,5 mln


La Banca popolare dell’Emilia Romagna chiude il primo semestre con un utile netto complessivo di 42,5 milioni di euro che si confronta con un risultato negativo di circa 20 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. “L’approvazione dei risultati semestrali segue di alcuni giorni la conclusione dell’operazione di rafforzamento patrimoniale da 750 milioni di euro il cui esito ci ha estremamente soddisfatti, le risorse patrimoniali raccolte ci consentono di migliorare ulteriormente la solidità patrimoniale del Gruppo e di raggiungere un livello di Common Equity Tier 1 ratio “Fully Phased” Basilea 3 del 10,43%” commenta Alessandro Vandelli, Amministratore delegato di BPER. “Tutti questi elementi contribuiscono a renderci fiduciosi in vista degli esiti dell’Asset Quality Review e degli Stress test europei che saranno resi noti solo nel corso del prossimo mese di ottobre” aggiunge. Per l’anno in corso il gruppo si pone come obiettivi prioritari “il consolidamento della redditività bancaria tradizionale, il mantenimento di soddisfacenti livelli di copertura dei crediti deteriorati e il contenimento dei costi operativi. Inoltre, nella seconda parte dell’anno saranno avviate le attività inerenti all’elaborazione del nuovo Piano Industriale che sarà presentato all’inizio del prossimo anno con l’obiettivo di ridisegnare ed innovare il modello distributivo di Gruppo e ridurre in modo strutturale i costi operativi al fine di raggiungere un adeguato e sostenibile livello di redditività”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet