Bper, sì dei piccoli soci alla quotazione in borsa. “Ma governate la scelta”


MODENA, 16 GIU. 2009 – L’associazione piccoli soci della Banca Popolare dell’ Emilia-Romagna guarda con favore il passaggio delle azioni dal mercato Expandi, in cui era attualmente quotata, al mercato azionario principale nel segmento Blue Chip. "La quotazione in Borsa del nostro titolo – afferma il vicepresidente nazionale dell’associazione Lazzaro Fontana – è sicuramente un’opportunità per il nostro istituto bancario e per i piccoli soci, ma ci espone anche alle insidie proprie di un mercato globale che subisce gli umori del mondo e che non sempre è collegato direttamente alla solidità, la redditività e la crescita progressiva della singola azienda quotata. Come in tutte le cose, le scelte sono importanti ma ancor più importante è che queste scelte siano, se non governate, almeno costantemente presidiate e supportate dal presidente Leoni, dall’ad Viola e dal cda nel suo complesso perché la delega a curare i propri interessi ed affari, i soci-azionisti di una società quotata, piccoli o grandi che siano, la danno, ma non a tempo indeterminato". 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet