Bper, Samorì fa un passo indietro


MODENA, 29 FEB. 2012 – Comincia ad avere effetti positivi l’iniziativa di Alberto Galassi, che ha presentato ieri la lista Bper-Avanti lanciando un appello per superare i contrasti in vista dell’assemblea dell’istituto prevista per il 21 aprile. Il primo effetto è che, in quell’occasione, la lista di minoranza Bper Futura dell’avvocato Gianpiero Samorì non scenderà in campo. Non è facile cancellare quattro anni di polemiche e scontri, ma questa volta dall’agguerrita minoranza capitanata da Samorì viene il riconoscimento che "il contrasto eccessivo non giova" e da qui la decisione, maturata anche a seguito di incontri con la presidenza della Bper e con l’avvocato Alberto Galassi, di deporre le armi in vista dell’assemblea, rinunciando a presentare la lista di Bper Futura. Ha incontrato consensi la scelta di forte rinnovamento nei nomi proposti per il nuovo consiglio di amministrazione, fra cui quello dell’imprenditore Romano Minozzi, e quella di rinnovare per quattro quinti il collegio sindacale, con l’ingresso fra gli altri  dell’imprenditore Fabrizio Corradini, gradito alla lista di minoranza. "Diamo un segnale di apprezzamento – ha detto Samorì – perchè inizi un percorso di ragionevolezza". La strada comunque non appare ancora spianata del tutto: quattro anni di contrasti non si superano in un attimo e l’avvocato Samorì ha annunciato una sorta di tregua armata più che una pace duratura. Dopo l’assemblea di aprile la lista da lui guidata annuncia nuove iniziative per avere maggiore peso nella governance futura dell’istituto di via San Carlo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet